Il Collegio Bandinelli

Un progetto educativo - Il Collegio Bandinelli prende il nome da un ricco mercante fiorentino, Bartolomeo Bandinelli che, giunto a Roma tra la fine del XVI secolo e gli inizi di quello successivo, decise di stabilirvisi intraprendendo l’attività…

Il teatro della morte

La morte in piazza “Niccolò di Guglielmo francese, prete, e Pietro di Giovanni di Normandia. Niccolò fu primo degradato, e poi ambedue posti sopra d’una carretta e attanagliati per Roma e giunti in Campo di Fiore fu Pietro squartato vivo,…

"Protesta da farsi da un condannato a morte poco prima di morire"

L’atto finale dell’attività sofferta dei confortatori per redimere il condannato a morte  e rassegnarlo alla morte, è rappresentato da una attestazione di devozione del pentito: In nomine Patris et Filii et Spiritus Sancti…

La liberazione del condannato a morte

La grazia al condannato a morte - Papa Paolo III nel 1540 concesse ai confratelli il privilegio di  liberare nel giorno della festa di San Giovanni Battista un prigioniero condannato a morte, a conferma dell'importanza assunta dall'opera…

Gli organi amministrativi

Subito dopo la fondazione i confratelli si riunirono per disciplinare il funzionamento della neonata confraternita, ponendone a capo il governatore, definito specchio e timone della confraternita con funzioni rappresentative e direttive. Poteva…

La vita confraternale

La vita confraternale prevedeva lo svolgimento di attività collettive di ordine interno, come le celebrazioni religiose e le adunanze, e di altre attività di ordine esterno legate ai doveri di assistenza, come la conforteria e la beneficenza.…
Marco Vitruvio Pollione, De Architectura, vol. 2092

Marco Vitruvio Pollione "De Architectura"

L’Arciconfraternita di San Giovanni Decollato custodisce nel suo archivio storico una copia manoscritta del De Architectura di Marco Vitruvio Pollione, architetto e ingegnere del I sec. a.C. Il trattato, databile al sec. XVI e suddiviso…