Marco Vitruvio Pollione “De Architectura”

Marco Vitruvio Pollione, De Architectura, vol. 2092

Marco Vitruvio Pollione, De Architectura, vol. 2092


L’Arciconfraternita di San Giovanni Decollato custodisce nel suo archivio storico una copia manoscritta del De Architectura di Marco Vitruvio Pollione, architetto e ingegnere del I sec. a.C. Il trattato, databile al sec. XVI e suddiviso in dieci libri, illustra le tecniche architettoniche adottate dall’epoca romana fino a quella augustea. Fu donato dalla Compagnia al Collegio Bandinelli nel 1756, come manuale di studi per gli studenti che ospitava.

Sulla carta di guardia si legge:

 1835. Rinvenutasi nell’archivio della Venerabile Arciconfraternita di San Giovanni Decollato la presente traduzione del Vetruvio, fu pensiero dell’Archivista pro tempore il sottoporla al giudizio del chiarissimo sig. Marchese Marini, il quale particolarmente si è distinto per la ristampa di detto autore, e seguire la quale non ha risparmiata ne cure, ne spese, e dal medesimo è stato accertato essere il presente di Giovanni e Antonio da San Gallodenominato il Gobbo, ed essere stato tal manoscritto citato dal Milizia, il quale avvertì non essere di molto pregio per la sua oscurità. Il suddetto sig. Marini ha riscontrata tal traduzione non solo piena di errori, ma mancante ancora, e specialmente nell’ultimo libro, ove parlasi delle macchine da guerra, come trovasi avvertito in un piccolo scaccolo di carta annesso, scritto in tempo antico da mano incognita(1).

Il De Architectura non è pervenuto completo, mancando di una parte dell’ultimo capitolo del decimo libro. A tale proposito, un’annotazione riportata nella Rubricella delle scritture da Antonio Mattioliarchivista della Compagnia nel 1726, tramanda che fu proposto a Camillo Rinuccini, confratello del Sodalizio di portare l’opera a Firenze per farla terminare.

L’iniziativa fu però respinta dalla Congregazione generale della Fratellanza nel 1601 (2).

 

(1) ASGD, Biblioteca, vol. 2092: Victruvio d’Architectura, c. I.

(2) ASGD, Inventari delle scritture d’Archivio, reg. 280: Rubricella delle scritture ed istrumenti esistenti nell’Arciconfraternita di San Giovanni Decollato fatta nel 1688, c. 93r.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.